Vegan news

Le Sneakers ID.EIGHT che ogni Vegano dovrebbe avere !!!!!!

E’ stato amore a prima vista per questo brand giovane,dinamico e soprattutto ecosostenibile e Vegano !!!!!!!! Vi lasio alla loro descrizione, perchè chi meglio dei creatori può descrivere il proprio prodotto, e vi assicuro sono favolose, a seguire anche le foro….. indovinate di quale mi sono perdutamente innamorata ????

ID.EIGHT è il progetto di sneaker ecosostenibili, realizzate con scarti dell’industria alimentare
e materiali di riciclo, di ID LAB S.r.L. startup innovativa della giovane coppia italo-coreana Dong
Seon Lee – eco-fashion designer – e Giuliana Borzillo – product manager.
L’obiettivo è lanciare sul mercato una calzatura a basso impatto ambientale, made in Italy,
realizzata con materiali innovativi ed ecosostenibili, unisex, con un design ricercato che
richiami agli anni ‘90.
I materiali utilizzati sono principalmente tre tipologie di simil-pelle derivanti da sottoprodotti
delle attività agricole o industriali che lavorano la frutta: Piñatex, realizzato con le foglie di scarto
dell’ananas coltivato nelle Filippine; Vegea textile e Pelle-mela che si ricavano rispettivamente
dalla bio-polimerizzazione della vinaccia e delle parti non commestibili delle mele.
Lycra e mesh per inserti sulla tomaia, suola, lacci ed etichetta sono realizzati in materiali riciclati;
il packaging stesso è pensato come uno strumento per incidere positivamente sull’ambiente: la
scatola è realizzata in carta riciclata e al suo interno il cliente troverà una “bomba di semi”, una
pallina di terra e semi di fiori ricoperta di argilla da piantare in un vaso o da lanciare in giardino della
propria città per attrarre le api, un piccolo gesto per una biodiversità migliore.
La collezione ID.EIGHT si compone di due modelli unisex, Hana e Duri, per un totale di 20
varianti colore.
Il lancio sul mercato sarà anticipato da una campagna di crowdfunding sulla piattaforma
Kickstarter, che servirà a finanziare la prima produzione disponibile da fine Aprile.
La campagna durerà dal 15 febbraio al 15 aprile con l’obiettivo di raggiungere 10mila euro.
Tutti coloro che desiderano sostenere il progetto potranno fare donazioni e scegliere tra le varie
‘ricompense’ a seconda del contributo: dai ringraziamenti personali sulle pagine social fino ad
un paio di sneaker.
I primi 200 acquirenti riceveranno un paio di sneaker con una donazione da 89 €, spedizione
Inclusa; i successivi 200 le avranno a 95 € e per tutti gli ordini restanti il contributo salirà a 99 €.
Da inizio maggio sarà operativo l ́ e-commerce, dal quale sarà possibile acquistare le sneaker a
prezzo pieno (tra i 159 e i 169 €).

Tessuto similpelle realizzato con le pale di fico d’india

Una coppia di giovani di Guadalajara, in Messico, ha creato la prima alternativa vegetale alla pelle realizzata dalle foglie di fico d’India e presenterà la straordinaria innovazione a Lineapelle, manifestazione milanese che si sta svolgendo a Milano in questi giorni.

Adrián López e Marte Cazárez hanno portato avanti sperimentazioni per due anni per riuscire a creare un’alternativa alla pelle che fosse ecostostenibile ed etica e che contemporanemente garantisse resistenza e traspirabilità.

Per trovare il materiale adatto, i due giovani si sono ispirati a realtà simili che realizzano alternative alla pelle partendo dalle bucce di mela e dall’ananas.

L’idea di sfruttare il fico d’India è arrivata quasi per caso: i due stavano riflettendo su come questa pianta fosse ampiamente utilizzata in cosmesi per la produzione di shampoo e creme, quando si sono detti “Se il fico d’India è buono per la pelle, perché non usarlo per creare la pelle?”.

Inoltre il fico d’India è molto diffuso in Messico, come spiega uno dei due ideatori del nuovo tessuto:

“Il Messico ha il potenziale per innovare e il cactus è il simbolo del paese. Molte persone ci hanno detto che eravamo pazzi! Perfino i nostri ingegneri ci hanno detto che non si poteva fare. Abbiamo detto come no? Siamo in Messico, siamo messicani, quale materia prima abbonda qui? Il cactus qui cresce da solo, senza bisogno di grandi quantità d’acqua. È lì che abbiamo iniziato a testare il fico d’india e, dopo diversi test, siamo stati in grado di realizzare un materiale resistente “, ha spiegato Adrián.

Dopo diversi fallimenti, i due giovani messicani sono riusciti a produrre un materiale simile alla pelle per consistenza e texture, economico e soprattutto vegan friendly. Ora il loro tessuto è pronto a sostituire la pelle animale e la similpelle sintetica per realizzare numerosi oggetti.

Acquista abbigliamento ecosostenibile

Certificazioni Vegan Friendly

articolo preso da Vesti la natura


L’abbigliamento donna uomo e bambino, ma anche prodotti come borse, scarpe, sciarpe, cinture e altri accessori di moda possono essere definiti Vegan (Cruelty Free) quando dispongono di almeno una di queste certificazioni tessili:

  • People for the Ethical Treatment of Animals (PETA)
  • VeganOK
  • Lega Anti Vivisezione (LAV)
  • Animal Free Fashion
Vantaggi abbigliamento Vegan (cruelty free)

Queste certificazioni tessili non sono assegnate al singolo prodotto, bensì all’intera azienda di moda che lo realizza.

Tenete bene a mente questa informazione, poiché è davvero importante, e leggendo fino in fondo questo articolo capirete il perché: un’azienda di moda con Certificazione Vegan può produrre abbigliamento in lana o pelle, ma chiaramente i prodotti realizzati con questi materiali non possono ottenere l’etichetta Vegan.

Cosa Significa Cruelty Free?

Cruelty Free vuol dire Senza Crudeltà. Nel settore tessile la violenza sugli animali è paragonabile a quella attribuita al settore alimentare, ma con una differenza sostanziale: l’utilità. Riflettendoci bene stiamo creando morte e sofferenza solo per indossare pellicce, giacche imbottite con piume, o semplici foulard in seta.

Probabilmente ancora non siamo pronti a rinunciare al cibo di origine animale, che per quanto crudele potrebbe essere quantomeno “comprensibile”, ma non è affatto comprensibile avere milioni di animali chiusi in gabbia solo per vestirci, pur sapendo di avere alternative che non faranno assolutamente rimpiangere i materiali di origine animale.

People For The Ethical Treatment Of Animals

Logo Peta - Abbigliamento Vegan

PETA è una associazione animalista internazionale che si batte per i diritti animali. Lo fanno soprattutto attraverso indagini di settore, divulgazione di informazioni e campagne mirate. I loro sforzi si concentrano in 4 settori specifici:

  • Allevamenti intensivi
  • Industria del divertimento
  • Allevamenti da pelliccia
  • Sperimentazione / vivisezione

DETTAGLI DI PETA

VeganOK

Logo VeganOK

VeganOK è una certificazione che garantisce una produzione etica per i prodotti definibili Vegani. E’ molto diffusa in Italia soprattutto nei prodotti alimentari, ma il marchio si sta rapidamente diffondendo anche nel settore tessile.

Da oltre 20 anni il marchio VeganOK si batte per i diritti animali, creando e divulgando informazioni grazie ad una fitta rete di siti tematici, riviste di settore, internet TV e molto altro.